Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
NEUROFARBA Dipartimento di Neuroscienze, Psicologia, Area del Farmaco e Salute del Bambino

POS 9. PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI RICERCA ALL’OPBA E SOTTOMISSIONE

Scopo della presente POS 9 è quello di fornire le modalità operative per la presentazione di un progetto di ricerca all’OPBA per la sottomissione al Ministero della Salute.

1. Il Responsabile del progetto di ricerca dovrà trasmettere al Responsabile del Benessere Animale la modulistica sotto specificata ai sensi dell'art. 31 o 33 del DL 26/2014, scaricabile dal sito (https://www.neurofarba.unifi.it/vp-219-modalita-di-richiesta-di-autorizzazione-ministeriale-e-modulistica.html).

a) Allegato A, Proposta di progetto

b) Allegato VI, Schema di presentazione del progetto

c) Allegato IX, sintesi non tecnica  

d) Allegato E, Autocertificazione del responsabile del progetto sull’assenza di condanne penali

e) Autocertificazione o documento originale dei finanziamenti in corso

f) CV firmato di ogni partecipante al progetto

g) Carta d’identità del Responsabile del progetto

Contestualmente, occorre trasmettere al Direttore Tecnico la Scheda di valutazione del rischio relativa al progetto proposto.

2. L’OPBA provvederà a comunicare al responsabile del progetto il proprio parere motivato e a sottomettere la richiesta di autorizzazione al Ministero della Salute tramite la Banca Dati Nazionale

3. Il Ministero della Salute trasmetterà all’OPBA eventuali richieste di integrazioni/modifiche del progetto sottomesso (da presentare entro trenta giorni lavorativi decorrenti dalla data di ricevimento) e l’esito di approvazione o diniego entro 40 giorni lavorativi dalla data di sottomissione tramite la Banca Dati Nazionale (art. 31 del DL 26/2014)

4. Il Ricercatore che intende sopprimere degli animali con il solo fine di impiegarne organi o tessuti, dovrà inoltrare la notifica all’OPBA con apposita modulistica (https://www.neurofarba.unifi.it/vp-219-modalita-di-richiesta-di-autorizzazione-ministeriale-e-modulistica.html):

a) Allegato VI_notifica per espianto

b) CV firmato del Responsabile del progetto scientifico

c) Carta d’identità del Responsabile del progetto

d) Autocertificazione o documento originale dei finanziamenti in corso

e) Dichiarazione del proponente che attesti l’impossibilità di reperire organi e tessuti da banche di condivisione di cellule e tessuti.

 Contestualmente, occorre trasmettere al Direttore Tecnico la Scheda di valutazione del rischio relativa al progetto proposto.

5. Il Ministero della Salute trasmetterà l’esito di approvazione o diniego della notifica entro 30 giorni solari dalla data di sottomissione, in caso di assenza di osservazioni si forma il silenzio-assenso.

6. L’OPBA inoltra tempestivamente al Responsabile del Progetto ogni comunicazione dell’Autorità competente.

7. Laddove previsto dall’autorizzazione, il Responsabile del progetto di ricerca ha l’obbligo di presentare all’OPBA la valutazione retrospettiva alla scadenza del progetto (art.32 del DL 26/2014). E’ altresì onere del Responsabile del progetto mantenere gli atti e la documentazione relativa al progetto (risultati, scoresheets per la valutazione del benessere e livello di sofferenza ecc.) da esibire all’autorità competente in sede di visita ispettiva.

8. Il Responsabile del progetto di ricerca può richiedere una PROROGA dell’autorizzazione ministeriale, almeno quattro mesi prima dalla scadenza della stessa, ove ricorrono giustificati motivi di necessità. Tale richiesta dovrà essere inviata all’OPBA, il quale provvederà a sottometterla al Ministero della Salute tramite la Banca Dati Nazionale.

 
ultimo aggiornamento: 04-Apr-2019
Unifi Home Page CESAL

Inizio pagina