Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
NEUROFARBA Dipartimento di Neuroscienze, Psicologia, Area del Farmaco e Salute del Bambino dell'Università degli Studi di Firenze. Sito istituzionale. Didattica, Ricerca, notizie e informazioni

Sezione di Farmaceutica e Nutraceutica

Sezione di FARMACEUTICA E NUTRACEUTICA – sede ex Dipartimento di Scienze Farmaceutiche – Sesto Fiorentino
La formazione di questa sezione è motivata innanzitutto dal raggruppamento omogeneo dei suoi componenti, tutti appartenenti  ai settori disciplinari CHIM/08 e CHIM/10. Caratterizza la sezione anche l’approccio chimico-farmaceutico allo studio dei farmaci, complementare a quello farmacologico o clinico. Ambiti tematici propri di tale approccio sono:
1. identificazione ed ottimizzazione di prototipi (leads), di origine naturale o sintetica, provenienti da high throughput screening (HTS)  fragment based drug design (FBDD) o virtual screening (VS).
2. progettazione razionale, sintesi ed ottimizzazione di molecole dotate di attività biologica attraverso metodologie classiche della chimica farmaceutica (sostituzioni isosteriche, complicazione molecolare, semplificazione molecolare, modulazione sterica) o avanzate di molecular modeling (structure based drug design (SBDD), ligand based drug design (LBDD).
3. molecular modeling nello studio delle interazioni con il target. Strumenti della chimica computazionale, della bioinformatica e della grafica molecolare vengono usati per la valutazione in-silico dei meccanismi che guidano il riconoscimento fra macromolecole target e ligandi e per la valutazione della flessibilità e delle variazioni conformazionali a cui vanno incontro i contraenti l’interazione. 
4. sviluppo di modelli per la predizione di proprietà molecolari (ad es. ADMET).
5. predisposizione di affidabili metodiche analitiche necessarie per l’assicurazione di qualità, la determinazione della farmacocinetica, biodisponibilità e metabolismo del farmaco (ADMET). Questo tipo di ricerca costituisce un’indispensabile connessione fra il momento preparativo (sintetico o estrattivo) e la sperimentazione farmacologica di una molecola biologicamente attiva.
6. preparazione di peptidi e proteine portanti modificazioni post-traduzionali, tramite tecniche sintetiche, semi-sintetiche e di biologia molecolare, e studio delle loro interazioni con anticorpi, con particolare riferimento all'ambito delle malattie auto-immuni.
7. ricerche nell’ambito della “Nutraceutica” focalizzate allo studio di alimenti, piante officinali, e/o integratori alimentari prevalentemente su base vegetale, con particolare riferimento all'individuazione e quantificazione dei metaboliti bioattivi in essi contenuti; sviluppo di metodi estrattivi ed analitici multicomponente (metabolomica), valutazione delle potenzialità di recupero di molecole biologicamente attive da scarti del settore agroalimentare; recupero di molecole bioattive da colture cellulari di piante superiori; preparazione di estratti chimicamente caratterizzati e opportunamente concentrati in biomolecole, idonei per studi farmacologici e  medici volti a valutarne  le  caratteristiche preventive, riequilibrative, terapeutiche e/o protettive rispetto a specifiche patologie o dismetabolismi.
 
ultimo aggiornamento: 28-Mar-2013
Unifi Home Page

Inizio pagina